fbpx
Status Attuale
Not Enrolled
Prezzo
Gratis

Progettare e programmare la didattica nei dipartimenti e nei consigli di classe

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Il corso illustra come progettare e programmare la didattica nei dipartimenti e nei consigli di classe, in particolare prende in esame tre aspetti importanti per la progettazione di una scuola nuova e tratta tre problematiche, scelte tra quelle più urgenti e ricorrenti nelle varie scuole dei due cicli di istruzione: le innovazioni, gli ambienti di apprendimento, il lavoro per progetti. L’Autonomia scolastica, in vigore da oltre vent’anni, per il riavvio dell’anno scolastico 2020/2021 diventa uno strumento privilegiato, ma accanto alla voce autonomia scolastica sarebbe opportuno aggiungere quella di flessibilità con riferimento ai molti problemi ancora da risolvere e ad altri che potranno presentarsi nel corso dell’anno.

Punti tematici
  • Le innovazioni da introdurre per la progettazione didattica: la progettazione a livello di istituto
  • Gli ambienti di apprendimento e la gestione degli spazi interni ed esterni alla scuola
  • Il lavoro per progetti. La costituzione e i compiti delle commissioni progettuali nella singola scuola o tra docenti di scuole differenti
Obiettivi
In relazione ai tre punti tematici, gli obiettivi vengono raggruppati in 3 aree:
  • Area delle innovazioni da attivare in base ai vincoli posti dalle norme in materia di salute e di sicurezza e ai nuovi scenari che sembrano rispondere meglio alle esigenze degli alunni in presenza o a distanza
  • Area dell’organizzazione degli ambienti di apprendimento: modificare l’approccio al concetto di “ambiente scolastico”, mantenere alta la relazione fra docenti e alunni, coinvolgere questi ultimi nelle scelte operative, ascoltare i loro racconti e valorizzare le loro proposte
  • Area delle Azioni da compiere: accogliere gli alunni con modalità e forme adatte alla loro età, concordare tempi e “oggetti di studio”, garantire la circolazione delle informazioni tra docenti a livello di collegio e a livello di consiglio di classe, prestare attenzione agli alunni con BES, concordando con le famiglie
Mappatura competenze
  • Aiutare i docenti a far superare ai propri alunni il senso di insicurezza o di superficialità e ad assumere comportamenti di responsabilità verso se stessi, i loro familiari e i loro compagni.
  • Sostenere i docenti nel costruire insieme, a partire dalla scuola, una nuova normalità per far comprendere le priorità e scegliere la direzione verso cui dirigersi nel momento in cui si sta per ricominciare.
  • Riflettere su quanto alcuni giovani hanno fatto già negli scorsi anni per cambiare uno stile di vita, per garantire il diritto all’istruzione, per la difesa dell’ambiente e i cambiamenti climatici. E far riflettere ancora su che cosa questi hanno fatto per “cambiare la normalità” di prima ormai superata dai fatti è irripetibile.
  • Ragionare con i giovani su questa crisi mondiale e sull’esigenza del cambiamento, ma a favore di tutti e di ciascuno.

Contenuto del Corso

1. Le innovazioni da introdurre per la progettazione didattica: la progettazione a livello di istituto
2. Gli ambienti di apprendimento e la gestione degli spazi interni ed esterni alla scuola
3. Il lavoro per progetti. La costituzione e i compiti delle commissioni progettuali nella singola scuola o tra docenti di scuole differenti
QUESTIONARIO DI GRADIMENTO

“Progettare una scuola nuova” è un progetto ideato e  realizzato dalla Casa editrice La Tecnica della Scuola.

La Tecnica della Scuola © 1998-2020 – P.IVA 02204360875

Scopri i nostri siti:
tecnicadellascuola.it
corsi.tecnicadellascuola.it

La Casa Editrice La Tecnica della Scuola è ente accreditato dal Ministero dell’Istruzione per la formazione del personale della scuola (prot. n. AOODGPER/6834/2012) adeguato ai sensi della direttiva ministeriale n. 90/2003 adeguato ai sensi della Direttiva n. 170/2016. A fine corso viene rilasciato l’attestato di partecipazione.